24 novembre 2022

Prestiti Cambializzati: Garanzie Poche, Interessi Elevati

Un prestito con cambiali è un prestito personale anche per protestati e cattivi pagatori: importi bassi e poche garanzie richieste, ma costi elevati.
I prestiti cambializzati, conosciuti anche come prestiti fiduciari, consistono in finanziamenti che si rimborsano con cambiali invece che con rate addebitate sul conto corrente e sono purtroppo tornati in uso per via della crisi economica perché le garanzie per un prestito cambializzato sono meno importanti rispetto alle formule più consuete di finanziamento.

Chi può ottenere un prestito cambializzato?

Un prestito con rimborso a cambiali può essere richiesto sia da lavoratori dipendenti o autonomi che da pensionati, anche da chi è segnalato come cattivo pagatore o protestato perché non è necessario il controllo del profilo finanziario. Un prestito cambializzato viene erogato velocemente, con un assegno.

Tra i vantaggi dei prestiti cambializzati, oltre alle poche garanzie necessarie, troviamo che si possono richiedere per importi modesti, tuttavia su questi finanziamenti per credito al consumo gravano tassi di interesse elevati, di conseguenza un prestito con cambiali dovrebbe essere considerato come una soluzione di ripiego.


D'altra parte quasi tutte le banche e gli istituti di credito possono erogare prestiti cambializzati, ma di fatto sono poco disponibili a causa sia degli elevati tassi di interesse che rendono impopolare questo tipo di finanziamento, sia del rischio di mancato rimborso abbastanza elevato.

Garanzie per prestiti cambializzati

Come detto, per avere un prestito fiduciario sono necessarie davvero poche garanzie rispetto ad altre tipologie di finanziamento, molto spesso però le banche vogliono un garante per il prestito.

A un lavoratore dipendente la garanzia richiesta per un prestito cambializzato in genere è il tfr, a un lavoratore autonomo spesso si domansa una polizza vita accesa da almeno 2 anni.

Come funziona il pagamento di una cambiale?

Una cambiale, detta anche pagherò, è un titolo esecutivo, ovvero in caso di mancato pagamento da parte del debitore la banca o la finanziaria possono subito inviare notifica diretta di atto di precetto, primo passo per arrivare al pignoramento dei beni del cliente: ecco perché ultimamente gli istituti di credito accettano un po' più facilmente di erogare prestiti fiduciari.

La cambiale deve essere presentata per il pagamento al debitore principale nel luogo e nel giorno della scadenza (o il giorno feriale successivo): in pratica si deve andare in banca coi soldi.

Non possiamo che mettervi in guardia sui prestiti cambializzati perché, oltre agli elevati tassi di interesse e i costi accessori, il mancato pagamento di una cambiale può avere conseguenze davvero pesanti.
Nessun commento: