12 luglio 2021

Assegno Unico Figli 2021: Importi, A Chi Spetta, Quando Fare Domanda

L'assegno unico temporaneo è per chi ha figli minori e non può avere l'assegno al nucleo familiare, sarà disponibile da luglio a dicembre 2021.
L'assegno unico figli, o assegno universale, è rimandato al 2022 ma dal 1 luglio al 31 dicembre sarà disponibile l'assegno unico temporaneo, o assegno unico figli 2021. L'assegno unico temporaneo è solo per chi non può avere l'assegno al nucleo familiare ANF: in altre parole, l'assegno unico figli 2021 è per disoccupati e lavoratori autonomi con figli minori e reddito ISEE fino a 50.000 euro.

Gli importi dell'assegno unico temporaneo, che sarà erogato fino a dicembre 2021 perché da gennaio 2022 entrerà in vigore il definitivo assegno universale (il quale sostituirà molti degli attuali aiuti alle famiglie con figli e assorbirà in parte le detrazioni per figli a carico), diminuiscono al crescere del reddito ISEE e aumentano per i figli dal terzo in poi e in caso di figli con disabilità.

Oltre all'assegno unico figli 2021, il decreto-ponte D.L. n. 79/2021 ha introdotto anche una maggiorazione degli importi dell'assegno al nucleo familiare pari a 37,50 euro per ogni figlio minore alle famiglie con due figli e di 55 euro per ogni figlio minore alle famiglie con tre o più figli. La maggiorazione spetta dal 1 luglio al 31 dicembre 2021.

Requisiti assegno unico figli 2021

Come detto, l'assegno unico temporaneo può essere domandato da chi, pur avendo figli minori, non può avere l'assegno al nucleo familiare Inps, che è solo per lavoratori dipendenti, o iscritti alla Gestione Separata, e pensionati.

L'assegno unico figli 2021 si può avere per figli minori di 18 anni anche adottati e in affido preadottivo.


Ciò premesso, questi i requisiti per l'assegno unico temporaneo:
  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare titolare del diritto di soggiorno, oppure essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea, in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale
  • avere residenza e domicilio in Italia
  • essere residente in Italia da almeno 2 anni, anche non continuativi, oppure essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale
  • essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia
  • avere la certificazione ISEE in corso di validità che attesti un reddito non superiore a 50.000 euro
  • avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d’età

Importo assegno unico figli 2021

Gli importi dell'assegno unico temporaneo sono riferiti ad ogni figlio minorenne presente nel nucleo familiare e dipendono dal reddito ISEE: fino a 7000 euro annui l'importo è pieno e pari a 167,5 euro per ogni figlio fino a due, che salgono a 217,8 euro per figlio per i nuclei familiari con tre o più figli minori.

Con un reddito superiore a 7000 euro l'importo decresce progressivamente, fino ad arrivare a 30 euro al mese per ogni figlio minore per i nuclei familiari con reddito di 50.000 euro annui, soglia oltre la quale non si ha più diritto all'assegno unico.
importi assegno unico figli
C'è inoltre una maggiorazione di 50 euro al mese per ciascun figlio minore con disabilità.

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, se non c'è accordo l'assegno unico figli spetta al genitore affidatario, con affidamento congiunto o condiviso, in mancanza di accordo, è diviso in pari misura tra i genitori.

Compatibilità dell'assegno unico temporaneo con altri sostegni al reddito

A regime, quindi dal 2022, l'assegno universale sostituirà diversi aiuti alle famiglie con figli e porterà a una riduzione delle detrazioni per familiari a carico, tuttavia resterà compatibile con altri aiuti economici statali. Lo stesso dicasi dell'assegno unico figli 2021, come indica la legge n. 46/2021.

Innanzitutto l'assegno unico temporaneo è compatibile con il reddito di cittadinanza, anzi va sottolineato che l'Inps corrisponderà automaticamente l’assegno temporaneo ai nuclei familiari che al momento della presentazione della domanda siano già precettori del RdC.

L'assegno unico figli 2021 è compatibile con l'assegno alla natalità (bonus bebè), con il premio di natalità (bonus Mamme Domani), con l'assegno alle famiglie con almeno tre figli minori (assegno al nucleo familiare del Comune), con gli assegni familiari per coltivatori diretti, coloni e mezzadri, piccoli coltivatori diretti, pensionati di queste Gestioni ed i pensionati delle Gestioni speciali lavoratori autonomi.

NB - Importante sottolineare che con l'avvio nel 2022 dell'assegno universale "definitivo" e valido per tutti, ci sarà l'abolizione di vari bonus per le famiglie attualmente vigenti: assegni al nucleo familiare Inps e del Comune, bonus Mamme Domani, bonus bebè e detrazioni figli a carico. Invece l'assegno unico temporaneo nel 2021 si aggiunge agli altri aiuti alle famiglie con figli.

Domanda di assegno unico figli 2021

La richiesta di assegno unico temporaneo si potrà fare dal 1 luglio al 31 dicembre 2021 dal genitore richiedente per ogni figlio minore. Per le istanze presentate entro il 30 settembre la decorrenza dell'assegno si considera da luglio, per quelle presentate dal 1 ottobre la decorrenza è dal mese di presentazione.

La domanda di assegno unico figli si può fare dal sito dell'Inps (occorre avere le credenziali SPID o il Pin Inps rilasciato entro il 1 ottobre 2020, oppure utilizzare la carta d'identità elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi), da call center chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164 164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori), tramite patronato.
Nessun commento: