01 giugno 2021

Dichiarazione dei Redditi Precompilata: Istruzioni 730 e Scadenze, Modificare i Dati

Scadenze 730 e istruzioni per modificare, correggere, inviare la dichiarazione dei redditi precompilata: si può fare tutto online, oppure farsi assistere da Caf o professionisti abilitato.
Il Modello 730 Precompilato consente ai contribuenti di visualizzare la propria dichiarazione dei redditi in bozza. Nella dichiarazione dei redditi precompilata si trovano già inseriti vari dati, ad esempio relativi alle spese mediche per farmaci e medicinali e dispositivi medici, le fatture emesse dai medici del Servizio Sanitario Nazionale e privati, da strutture private e convenzionate ed ospedali. Oltre a questi importi si trovano anche le informazioni relative agli immobili e alle ristrutturazioni edilizie per risparmio energetico. Non sono però presenti svariate detrazioni e deduzioni tramite le quali abbattere il reddito imponibile o ridurre l'Irpef.

Di seguito indichiamo le scadenze 730 2021 entro cui inviare la dichiarazione dei redditi precompilata e per le eventuali correzioni, le istruzioni per accedere e modificare il 730 precompilato.

Accedere al modello 730 precompilato

Il contribuente può accedere alla sua dichiarazione dei redditi precompilata dal sito dell'Agenzia delle Entrate: occorre essere registrati al servizio con un proprio account personale, per accedervi occorre avere il codice Pin per i servizi online dell'Agenzia delle Entrate, che viene inviato entro 7 giorni dalla richiesta. Che ne è in possesso può usare le credenziali SPID.

Si può accedere al proprio 730 anche rivolgendosi ad un intermediario (sostituto di imposta, Caf, professionista abilitato) e, nel caso in cui non siano presenti informazioni discordanti con quanto in suo possesso e non si debba aggiungere o modificare eventuali spese deducibili o detraibili, il contribuente può accettare la dichiarazione dei redditi precompilata così come si presenta sul sito dell'Agenzia delle Entrate.


Dichiarazione dei redditi precompilata: le scadenze 730-2021

Per la dichiarazione dei redditi precompilata le date da segnarsi sul calendario sono le seguenti:
  • 10 maggio: a partire da tale data il modello 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi si può visualizzare online nell'apposita pagina sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate
  • dal 19 maggio il contribuente può accettare il modello ed inviarlo, modificare o integrare gli importi contenuti nel proprio modello 730 precompilato ed inviarlo; se invece lo rifiuta dovrà usufruire del Modello 730 ordinario, da compilate autonomamente oppure tramite CAF o professionisti abilitati
  • dal 25 maggio il contribuente può inviare il modello Redditi aggiuntivo del 730 presentando il frontespizio e i quadri RM, RT e RW, il modello Redditi correttivo per correggere e sostituire il 730,  annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione dal sito dell'Agenzia delle Entrate (l'annullamento del 730 si può fare solo una volta entro il 22 giugno)
  • entro il 15 giugno il contribuente riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato la ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione, della busta contenente le scelte, copia della dichiarazione e il prospetto 730-3, per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio
  • entro il 29 giugno il contribuente riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato la ricevuta dell’avvenuta presentazione della dichiarazione, della busta contenente le scelte, copia della dichiarazione e il prospetto 730-3, per le dichiarazioni presentate dal 1 giugno al 20 giugno
  • 30 giugno: ultimo giorno per il versamento di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta
  • entro il 23 luglio il contribuente riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione e il prospetto 730-3, per le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio
  • 30 luglio: ultimo giorno utile per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta
  • entro il 15 settembre il contribuente riceve dal sostituto d’imposta o dal Caf o dal professionista abilitato copia della dichiarazione e il prospetto 730-3, per le dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
  • 30 settembre: scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi precompilata col 730 dal sito dell'Agenzia delle Entrate
  • 10 ottobre: scadenza per comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore
  • 26 ottobre: scadenza per presentare, al Caf o professionista abilitato, il 730 integrativo, possibile solo se l'integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un'imposta invariata
  • 10 novembre: ultimo giorno per inviare il modello 730 correttivo di tipo 2 dal sito dell'Agenzia delle Entrate
  • 30 novembre: ultimo giorno per versare il secondo o unico acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d'imposta e per inviare il modello Redditi correttivo del 730
NB - Dal 2020 si può usare il 730 per la dichiarazione dei redditi del defunto, ma attenzione alle scadenze perché cambiano a seconda della data del decesso.

Modificare il 730 precompilato, integrarlo o accettarlo

L'Agenzia delle Entrate inserisce le informazioni nella dichiarazione precompilata basandosi sui dati in suo possesso, derivanti anche da precedenti dichiarazioni dei redditi. I contribuenti devono verificare l'esattezza degli importi e dei dati personali già inseriti sia per non incorrere in eventuali future sanzioni sia per integrare oppure modificare gli importi relativi alle detrazioni o deduzioni fiscali al fine di recuperare il credito di imposta spettante.
scadenze 730 e istruzioni dichiarazione dei redditi precompilata
In seguito all'approvazione del 730 precompilato si possono inserire le scelte per la destinazione dell'8 per mille e del 2 per mille dell'Irpef (leggasi: delle proprie tasse già versate, quindi per il contribuente non cambia nulla sia non effettuando una scelta sia indicando un beneficiario).

Come precisato dall'Agenzia delle Entrate nessun controllo del Fisco per pensionati e lavoratori dipendenti che confermano la dichiarazione dei redditi precompilata senza apportare modifiche, ma se vengono aggiunti o corretti dei dati si rientra nei controlli automatici del Fisco sulla dichiarazione dei redditi.

Aggiungere dati al 730 precompilato

Per inserire altre voci di spesa o dati relativi ai redditi sconosciuti al Fisco (ad esempio prestazioni occasionali non soggette a ritenuta d'acconto) oppure per correggere i dati riguardanti ad esempio gli immobili, il contribuente può modificare la dichiarazione dei redditi precompilata semplicemente aggiungendo ulteriori spese o modificando le informazioni relative a fabbricati, terreni, acconti, crediti di imposta, redditi o ritenute. In seguito alla compilazione il sistema ricalcola in automatico l'imposta dovuta o il credito spettante.

Rivolgendosi presso un intermediario (CAF o professionista) questi risulterà passibile di eventuale controlli e richieste di documenti da parte del Fisco, mentre i contribuenti saranno chiamati a rispondere di eventuali errori ed omissioni solo se avranno modificato in autonomia la dichiarazione.

Come presentare il 730

Il contribuente può utilizzare il servizio online dell'Agenzia delle Entrate, rivolgersi al proprio sostituto di imposta (datore di lavoro o Inps) o recarsi presso un Caf o un professionista abilitato (commercialisti, consulenti del lavoro).

Se non l'avete ancora fatto recuperate tutta la documentazione relativa all'anno fiscale 2020, ovvero scontrini delle farmacie, donazioni liberali Onlus, spese relative a ristrutturazioni edilizie, Certificazione Unica, visure catastali, affitti, altri redditi, al fine di rilevare più facilmente eventuali omissioni nella dichiarazione precompilata o per verificare che tutti gli importi e i dati personali già presenti siano inseriti correttamente.

Annullare il 730 già inviato e inviare una nuova dichiarazione dei redditi

Se vi siete accorti di aver commesso degli errori, avete tempo fino dal 25 maggio al 22 giugno 2021 per annullare il Modello 730 precompilato o ordinario, sempre dal sito dell'Agenzia delle Entrate: per annullare il 730 è necessario che la ricevuta di invio risulti con la dicitura "Elaborato" e si deve accedere al sito dell'Agenzia con le stesse credenziali utilizzate per l'invio. Si annulla automaticamente anche l'F24 già predisposto, ci sarà una nuova ricevuta da stampare. Dopo 24/48 si potrà inviare una nuova dichiarazione dei redditi.

Se vi accorgete degli errori dopo il 22 giugno allora non è più possibile annullare il 730 e dovrete inviare il Modello Redditi Integrativo, per forza tramite CAF o professionisti abilitati, oppure il Modello Redditi Correttivo.
Nessun commento: