Il miglior mutuo casa come si sceglie? Mini guida alla scelta del mutuo

Come si sceglie il migliore mutuo per le proprie esigenze? Bella domanda… proviamo a darvi un aiuto con questa guida alla scelta del mutuo che cera di coprire i più importanti punti necessari per non sbagliare.

Quando si richiede un mutuo è ovvio che si abbiano tanti dubbi: in genere è una grossa spesa che va ben ponderata, che per anni sarà presente nel bilancio familiare e che si deve sempre onorare! Cerchiamo allora di spiegarvi concetti come spread, tassi di interesse, taeg e altri, cosa e come valutano le banche, che tipi di mutuo esistono e altro ancora.
Potete poi anche prendere in considerazione delle alternative: Nuda proprietà, vendita con riserva, affitto con riscatto.

Come prima regola per la scelta del mutuo diciamo forse una banalità ma che molti sottovalutano: il rapporto tra rata del mutuo e entrate mensili al massimo dovrebbe essere di un terzo, ovvero la rata non deve portarvi via più del 30/35% del vostro reddito mensile; questo è anche uno dei criteri di valutazione delle banche: se il totale dei finanziamenti in corso per un cliente (solo il mutuo, o mutuo più altri) supera tale soglia, è difficile che venga concesso; inoltre le banche non considerano entrate non ufficiali (ad esempio un contratto di locazione non registrato, lavori atipici o in nero…).

Valutate bene i tassi di interesse del mutuo: i mutui hanno tassi che sono composti dall’ indice Eurirs (tasso fisso), oppure Euribor o tasso BCE (tasso variabile), più le spese accessorie, più lo spread bancario (il ricarico che la banca fa per guadagnare sul vostro mutuo); va da sé che se Eurirs, Euribor e tasso BCE sono uguali per i mutui di tutte le banche, non lo sono le spese accessorie (per ridurle e di moto potete chiedere un mutuo on line) e lo spread bancario: un mutuo con spread più basso è più conveniente; il tutto viene sintetizzato dal Taeg (tasso annuale effettivo globale), il parametro principale per confrontare la convenienza di un mutuo rispetto un altro.
 Per risparmiare sul mutuo casa e aumentarne la convenienza occorre sapere alla perfezione di quali agevolazioni prima casa si può disporre (ad esempio la detrazione Irpef del 19% sugli interessi passivi del mutuo prima casa, massimo 4000€) e su quali aiuti danno alle famiglie enti, istituzioni, associazioni varie; a tal proposito eccovi alcune informazioni: Agevolazioni mutui a Trento, Lecco, Imola - Aiuti alle famiglie lombarde per il mutuo - Mutui agevolati per i giovani - Novità agevolazioni fiscali prima casa

 Esistono diversi tipi di mutui, anche se di base la distinzione è tra mutui a tasso variabile o fisso; poi ci sono i prodotti misti come i mutui a tasso variabile con cap (tetto massimo agli interessi), i mutui a tasso variabile e rata costante, i mutui a tasso misto: sono mutui che hanno dei vantaggi in termini di sicurezza (intesa come rimborso che non si impenna oltre un certo limite) o di flessibilità, ma ricordate che sono più costosi dei mutui normali.
Il miglior mutuo casa come si sceglie? Mini guida alla scelta del mutuo Il miglior mutuo casa come si sceglie? Mini guida alla scelta del mutuo Reviewed by Christian Citton on 10.1.13 Rating: 5
Powered by Blogger.