16 maggio 2022

Genius Card è la carta prepagata Unicredit, più precisamente è una carta prepagata ricaricabile nominativa con qualcosa in più: infatti è una carta-conto con IBAN, una valida alternativa al conto corrente per i consumatori che non hanno esigenze particolari come il libretto degli assegni, il portafoglio titoli e simili.

My Genius è, tra i conti correnti UniCredit, quello che più è pubblicizzato dalla banca, probabilmente perché racchiude in sé tutte le caratteristiche degli altri conti on line o tradizionali. Infatti MyGenius Unicredit è un conto corrente online personalizzabile, nel senso che si possono aggiungere o togliere servizi scegliendo i moduli Silver, Gold e Platinum in aggiunta ai servizi del conto di base.

Il prestito CreditExpress Dynamic UniCredit è un finanziamento disponibile a diverse condizioni e diversi importi, a seconda della finalità richiesta e se chi lo richiede è già cliente UniCredit oppure no. Previste le opzioni di flessibilità per cambiare importo della rata e le tempistiche di pagamento. In ogni caso la domanda di prestito CreditExpress Dynamic Unicredit può essere fatta online oppure in una filiale della banca.

Le carte revolving non sono carte di credito o prepagate ricaricabili: una carta revolving è un prestito per credito al consumo, quindi è bene sapere che con le carte revolving si pagano interessi. Anche se sono sempre più diffuse le carte revolving per gli acquisti in quanto è apprezzato che consentano il pagamento a rate di quanto comprato, dati i costi elevati riteniamo che il consumatore intelligente dovrebbe pensare bene se e quanto utilizzarle.

Dal 16 maggio 2022 sono disponibili i nuovi incentivi per auto e moto. Per le automobili si tratta di un ecobonus fino a 5.000 euro per auto elettriche, ibride plug-in, full hybrid, mild hybrid e ad alta efficienza, invece gli incentivi moto, scooter e ciclomotori arrivano fino a 4.000 euro.
15 maggio 2022

Le procedure per la visita di revisione della pensione d'invalidità civile e dell'handicap sono state riformate con l'articolo 25 della Legge 114/14 (legge di conversione del decreto legge 24 giugno 2014 n. 90) e nella circolare INPS 10/2015 ci sono le istruzioni pratiche. Inoltre, per quel che riguarda la indennità di frequenza (pensione d'invalidità dei minorenni), sono state semplificate le procedure burocratiche necessarie quando il minore compie 18 anni.