Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Bonus Cultura di 500 Euro per Diciottenni: Come Funziona, per Cosa si Può Spendere e Come Domandarlo

venerdì 26 agosto 2016 Aggiornato il:

Dopo molti mesi dal suo annuncio il voucher cultura è pronto, come anche l'applicazione 18app per gestirlo (non si avranno soldi direttamente in mano, questo è quasi ovvio). Si tratta del famoso bonus da 500 euro per i diciottenni, o meglio per chi compie 18 anni nel 2016 in quanto nato/a nel 1998, una platea di circa 574mila giovani che potranno acquistare libri (non per la scuola però), biglietti per cinema, teatro, concerti, eventi vari, ingressi in musei, parchi, mostre. Il bonus cultura da 500 euro, finanziato con un fondo di 290 milioni di euro, è disponibile dal 3 novembre e può essere richiesto entro il 31 dicembre 2016, anche per giovani stranieri residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno. Vediamo dunque chi può chiedere questo voucher cultura, come e dove fare domanda, come funziona l'applicazione 18app e altre informazioni.

Chi può avere il bonus cultura di 500 euro

Come detto spetta ai diciottenni: attualmente è una misura una tantum valida solo per quest'anno, dunque può essere richiesto da chi è nato nel 1998 e dunque compie 18 anni entro il 31 dicembre 2016, anche se il governo Renzi ha dichiarato di volerlo rendere definitivo a partire dal 2017. Inizialmente riservato solo ai cittadini italiani e dell'Unione Europea residenti in Italia, è stato allargato anche agli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno. Non ci sono limiti di reddito o altri requisiti particolari, conta solo l'età.

Come domandare e utilizzare il voucher cultura per diciottenni

Sarà possibile richiedere il bonus cultura da 500 euro dal 3 novembre al 31 dicembre 2016 e per farlo si dovrà usare l'applicazione 18app, disponibile per smartphone e tablet Apple e Android ma anche per computer, scaricabile da AppStore, Google PlayStore o da l'apposito sito dedicato.

bonus cultura per diciottenni
Prima però occorre avere il proprio pin per lo Spid - Sistema Pubblico per la gestione dell'Identità Digitale e per farlo occorre registrarsi in uno dei quattro identity provider: Poste Italiane, Tim, Infocert e Sielte. Si deve avere indirizzo e-mail, numero di cellulare, documento di identità valido (carta di identità o passaporto) e tessera sanitaria con il codice fiscale, poi la procedura varia a seconda del provider: con Sielte è possibile registrarsi gratuitamente via webcam o di persona, con InfoCert la registrazione via webcam si paga e ha un costo di 9,90 euro mentre di persona è gratis, con Poste occorre registrarsi preventivamente online e poi andare in un ufficio postale, con Tim per la procedura online serve la carta di identità elettronica.

Una volta fatta la registrazione e scaricata la app verrà caricato il bonus cultura di 500 euro, disponibile dal giorno del compleanno (ovviamente per chi compie 18 anni dopo la registrazione, per chi già li ha fatti i soldi saranno disponibili quasi subito) e che va usato entro il 31 dicembre 2017.

Come spendere il voucher cultura?

Sarà lo stesso titolare a scegliere tra un elenco di possibilità abbastanza vasto e variegato. Si potranno acquistare libri sia in formato cartaceo che e-book (non si potranno comprare dvd o scaricare film), biglietti ed ingressi per spettacoli teatrali, film al cinema, musei e mostre, eventi, parchi tematici... In base ai prodotti scelti l'acquisto potrà essere in formato digitale, oppure stampando il biglietto, o ancora tramite qr code o bar code da mostrare col proprio telefonino o tablet. agli esercenti. Sulla piattaforma digitale è stato caricato, sotto la supervisione del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact), un elenco di esercenti, negozi, biblioteche, cinema, teatri, musei e servizi culturali a 360 gradi: da lì il diciottenne potrà scegliere che cosa acquistare.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni