Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Equitalia, Rateazione Cartelle: Novità e Nuovi Piani

mercoledì 28 ottobre 2015 Aggiornato il:

Cartelle Equitalia a rate: la rateizzazione delle cartelle esattoriali è tra le principali richieste dei contribuenti italiani in questi anni di crisi economica. Con un comunicato del 22 ottobre, Equitalia informa che ci sono nuove condizioni, o meglio la riapertura per i decaduti dalla rateazione negli ultimi due anni ma anche cambiamenti nelle regole per la sospensione del pagamento a rate e la riammissione in caso di saldo delle rate non pagate coi nuovi piani, il tutto in rispetto del decreto legislativo n° 159/2015 "Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione". Per altre novità leggete Fisco: Cambiamenti su Sanzioni, Mediazione e Conciliazione Tributaria.

Rateazione cartelle Equitalia per i decaduti nell'ultimo biennio

La possibilità di pagare a rate le cartelle esattoriali di Equitalia si riapre per i contribuenti decaduti da tale opportunità tra il 22 ottobre 2013 e il 21 ottobre 2015: c'è infatti ora l'accesso ad un nuovo piano di rateizzazione cartelle fino a 72 rate mensili, si deve fare domanda entro il 21 novembre presso gli sportelli o il sito di Equitalia.

Si decade definitivamente se col nuovo piano di rateazione non si pagano due rate, anche non consecutive. Finchè si paga regolarmente non ci sono ipoteche o fermi giudiziari o procedure di riscossione, si possono domandare il Durc e certificato di regolarità fiscale.

Nuovi piani di rateazione cartelle Equitalia

Per i piani di rateizzazione attivati dal 22 ottobre ci sono regole più elastiche: in sostanza si decade dopo 5 rate non pagate anche non consecutivamente, ma poi saldandole si può domandare un ulteriore piano di dilazione e riprendere il pagamento con regolarità.


Cartelle Equitalia a rate e sospensione giudiziale o amministrativa

In caso il contribuente ottenga la sospensione, può interrompere il pagamento delle rate senza problemi, per tutto il tempo del provvedimento. Terminata la sospensione può essere richiesto un nuovo piano di rateazione del debito residuo,

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni