Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Patente e Libretto con Stessa Intestazione: Novità Codice della Strada

martedì 28 ottobre 2014 Aggiornato il:

Indicare sulla carta di circolazione il nominativo di chi ha a disposizione un mezzo di trasporto non suo per un periodo superiore ai 30 giorni sarà obbligatorio dal 3 Novembre. Nella riforma del codice della strada 2015 è stata introdotta l'intestazione temporanea dei veicoli, il cui fine è risalire più facilmente ai colpevoli di infrazioni alle norme stradali e rintracciare le intestazioni fittizie. L'applicazione della norma non riguarda i familiari conviventi oppure i prestiti dei veicoli ad amici o conoscenti in quanto, in quest'ultimo caso, non vengono emessi documenti che certifichino l'inizio della locazione gratuita e la conseguente scadenza di 30 giorni. Interesserà piuttosto le società di autonoleggio, tutti i veicoli di proprietà di minorenni non interdetti ed emancipati, quelli messi a disposizione della pubblica amministrazione in seguito a una pronuncia giudiziaria e in comodato d'uso.

Come aggiornare la carta di circolazione?

Presso gli sportelli del dipartimento dei Trasporti si potrà aggiornare la carta di circolazione e mettersi in regola con il nuovo codice della strada 2015: per ogni variazione apportata al documento si pagheranno 25 euro. Chiunque non sarà in regola rischierà Il ritiro della carta di circolazione e dovrà pagare una dispendiosa multa di 705 euro: i nomi indicati su patente e libretto dovranno coincidere dal momento in cui entrerà in vigore la nuova riforma del codice della strada 2015.


Quali soggetti non sono interessati dalla riforma del nuovo codice della strada?

Oltre ai familiari conviventi,  l'obbligo dell'intestazione temporanea dei veicoli non toccherà gli iscritti all'Albo trasportatori, i noleggi con conducente, gli autobus e i taxisti; inoltre la norma non è retroattiva quindi non riguarda chiunque fosse in possesso di un mezzo di trasporto non suo prima del 3 Novembre. Per le aziende che prestano in comodato d'uso le proprie vetture, le flotte stampa e i veicoli di rappresentanza delle case automobilistiche non saranno necessarie modifiche alla carta di circolazione: basterà registrare presso la Motorizzazione il nome dell'utilizzatore.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni