Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

L' Anagrafe dei conti correnti al via oggi 10 aprile 2013

mercoledì 10 aprile 2013 Aggiornato il:

controlli dell’ Agenzia delle Entrate sui conti correnti, ovvero quella che è già stata definita l’ Anagrafe dei conti correnti, partono oggi 10 aprile 2013: in realtà comunque verranno controllati anche i conti deposito, le carte di credito, gli acquisti di metalli preziosi e simili, le polizze di investimento.
Dunque a partire da oggi banchecompagnie assicurativePoste Italiane (per i conti correnti BancoPosta, per le polizze che propone, per i libretti postali di risparmio ed i buoni fruttiferi postali), i broker, dovranno fornire entro il 18 luglio i dati in merito all’ anno 2011, poi entro il 31 marzo 2014 quelli relativi al 2012, poi ogni anno entro il mese di aprile quelli relativi all' anno precedente.

Ma quali saranno questi dati che gli intermediari finanziari dovranno trasmettere all’ Agenzia delle Entrate? Praticamente quelli relativi ad ogni movimentazione di liquidità sia on line che allo sportello, col bancomat e con la carta di credito ed i titoli di risparmio; il Sid (questo il nome del software usato per la gestione di questa impressionante mole di dati) quindi registrerà non solo bonifici, assegni, versamenti… ma anche i pagamenti delle bollette con addebito su conto corrente, le ricariche telefoniche effettuate tramite questo canale, la spesa al supermercato o il conto del ristorante (se usate appunto carta di credito o bancomat).

Per quel che riguarda i conti correnti (ed in parte anche i conti deposito) questi sono nello specifico alcuni dei dati che verranno monitorati: saldo iniziale e finale del conto corrente, totale annuale di accrediti e addebiti, operazioni di gestione patrimoniale, utilizzo di carte di credito, investimenti in titoli.

Una volta che la trasmissione dei dati verrà effettuata dalla banca, dalle Poste, da tutti i vari intermediari finanziari tenuti a ciò, verrà data comunicazione anche al contribuente: per questa è la sola cosa che si sa in merito “ai diritti” del contribuente, visto che ancora non è stata fornita alcuna indicazione su come eventualmente contestare, rispondere alle richieste di chiarimenti che possono venire fatte in merito magari ai redditi dichiarati e quelli presumibili dai controlli ecc…

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni