Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Come si apre un conto deposito on line

mercoledì 6 febbraio 2013 Aggiornato il:

Il conto deposito, strumento di risparmio e piccolo investimento [cfr la guida Conti correnti, conti deposito e libretti postali: tre diversi modi di gestire i risparmi] sta vivendo un momento d’ oro: si tratta di uno strumento in fondo facile da gestire e sicuro per tutelare della liquidità e farla crescere un pochino; vediamo allora questa guida all’ apertura del conto deposito.

Grazie ai buoni rendimenti offerti, i conti deposito sono sempre più richiesti, nonostante la nuova imposta di bollo/mini patrimoniale (in fondo è comunque una cifra minima da pagare allo Stato, che comunque si prende il 20% dei tassi di interesse lordi): il conto deposito ormai si apre e gestisce totalmente on line.

Di certo è sempre possibile andare presso una filiale di banca, cosa consigliata se proprio siete nuovi a questo mondo (anche se vi consigliamo fortemente di informarvi via internet: è senza spese e trovate più “neutralità” rispetto a quella che potrebbe garantirvi un funzionario di banca): ma si può fare tutto col pc, comodamente da casa, uno dei principali vantaggi dei conti deposito.

Conto deposito Fineco    Conto deposito Rendimax Banca IFIS   Rendimenti dei conti deposito in calo perchè lo spread scende, ma attenzione   I conti deposito sono sicuri?  Fallimenti banca e conti: quali tutele  Norme antiriciclaggio, anagrafe conti e liquidità sospette: contrasti normativi da risolvere

In fondo le procedure on line sono abbastanza intuitive, se avete dimestichezza col pc e l’ internet banking: dopo aver trovato il miglior conto deposito, dal sito della banca che lo propone o da quello dello stesso conto, compilate i form richiesti coi seguenti dati: dati personali, documento d’identità e codice fiscale.

Poi occorre avere a portata di mano i dati del conto corrente al quale volete associare il conto deposito (alcune banche richiedono, per l’ apertura del conto deposito, che tale conto corrente sia aperto presso di loro, altre invece accettano quello che già avete se è a voi intestato): ci vuole ovviamente l’ IBAN, magari diviso in ABI, CAB e numero di conto.
 Conto Eurodeposit PrivatBank     Conto deposito IW Bank     Conto deposito Findomestic
Compilati i moduli on line, bisogna stamparli e inviarli all’ indirizzo fornito dalla banca: è anche possibile non farlo e farsi spedire dalla stessa banca i moduli cartacei al proprio domicilio.

Infine, occorre attivare il conto deposito: lo si fa con un bonifico on line dal conto corrente di appoggio.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni