martedì 28 ottobre 2014

Cambiare compagnia telefonica e portabilità del numero: nessun costo, è un diritto

Per risparmiare sui costi di telefonate, sms e internet conviene cambiare operatore telefonico (al termine dell’eventuale periodo di vincolo) per sfruttare le promozioni per i nuovi clienti; ovviamente mantenere il numero di telefono è possibile grazie alla portabilità del numero.
Anche se si rimane sempre aggiornati sulle varie tariffe telefoniche proposte per cellulari e telefono fisso, cambiare compagnia telefonica consente di avere notevoli vantaggi perché le proposte per chi passa da un operatore all’altro sono sempre molto vantaggiose: grazie alla portabilità del numero telefonico, che è un diritto e quindi esente da costi, non si dovranno informare tutti i propri contatti del cambio.

Infatti l’Agcom (l'Autorità Garante per le Comunicazioni) già da diversi anni ha regolamentato la portabilità del numero di telefono ed il cambio di operatore: le compagnie telefoniche non possono innanzitutto chiamare il cliente per convincerlo a non fare il passaggio alla concorrenza (certo è che ricevere chiamate per proposte di tariffe migliori è tecnicamente possibile), la portabilità del numero deve essere attivata entro tre giorni ed entro un giorno dalla richiesta deve venire convalidata, il tutto senza costi

portabilità del numero di telefono quando si cambia compagnia telefonicaCome detto sopra però la convenienza di cambiare compagnia telefonica dipende molto se viene fatta prima o dopo del periodo di vincolo: farlo prima infatti fa incorrere in diverse penali, dei costi che probabilmente riducono di molto, o anche annulla, il risparmio del passare ad altro operatore. Fate dunque attenzione alla rescissione anticipata, su cui potete informarvi con la guida Disdetta contratto telefonico: costi e procedura.

Quanto detto vale sia per la linea fissa di casa che per il numero del cellulare, ma in questo secondo caso può darsi che abbiate ancora del credito se avete attivato una tariffa ricaricabile: in tal caso avete il diritto di trasferirlo dalla nuova compagnia, come spiegato nella guida Cambiare compagnia telefonica e mantenere il credito residuo.

Quando si stipula un contratto con un operatore telefonico, sarà quest'ultimo che deve fare le pratiche per la disdetta di quello col precedente operatore, e nel caso di numero per cellulare deve fornire la nuova sim card con lo stesso numero già attiva oppure attivare su quella già in possesso del cliente il nuovo contratto telefonico.