Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Mutuo Domus variabile a tasso BCE proposto da Banca Intesa Sanpaolo

mercoledì 16 gennaio 2013 Aggiornato il:

Ad oggi un mutuo a tasso variabile indicizzato al tasso Bce, ovvero il costo del denaro, può risultare molto vantaggioso: tale indice è infatti allo 0,75%, un livello davvero minimo come anche l’ Euribor, ma comunque più stabile in quanto il secondo varia ogni giorno, il tasso Bce invece viene fissato dalla Banca Centrale Europea per diversi mesi; a causa dei tempi attuali di crisi viene tenuto a livelli minimi per stimolare l’economia e così rimarrà per anni ancora: anche l’ Euribor, come potete leggere in Le previsioni per i tassi di interesse dei mutui variabili, rimarrà a numeri convenienti, ma in caso di shock finanziari può avere delle fiammate verso l’alto e, in ogni caso, in tempi normali è comunque più alto del costo del denaro.

Vediamo quindi un mutuo a tasso variabile indicizzato al tasso BCE proposto da Intesa San Paolo, ovvero Mutuo Domus che viene proposto in diverse versioni: a tasso fisso e tasso variabile, a scelta tra Euribor e BCE, con anche la possibilità di passare al tasso fisso durante il rimborso del mutuo.

Il Mutuo Domus a tasso variabile di Intesa San Paolo è domandabile per acquisto, costruzione o ristrutturazione della casa: può venire richiesto anche da chi è lavoratore dipendente ma non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato; i piani di ammortamento sono concordabili tra i 6 ed i 30 anni in base all’ importo richiesto.

Conviene un mutuo a tasso fisso o mutuo a tasso variabile?  Descrizione mutui BancoPosta Poste Italiane  Mutuo Quasi Fisso di BNL BNP Paribas 

Questa versione a tasso variabile del Mutuo Domus di Intesa San Paolo eroga fino al 95% del valore dell’immobile per l’acquisto di una prima casa, di costo non superiore ai 300.000€, ma se il richiedente ha meno di 35 anni si può arrivare anche al 100%; se invece il mutuo richiesto è per la finalità d’acquisto, costruzione o ristrutturazione, il valore dell’immobile viene coperto soltanto all’80%, tuttavia senza limiti di importo del caso.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni