Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Prestiti BancoPosta, i finanziamenti di Poste Italiane: quadro generale

sabato 15 dicembre 2012 Aggiornato il:

I prestiti erogati da Poste Italiane sono tra i finanziamenti più domandati in Italia: confrontiamo allora in questa guida il Prestito BancoPosta, il Prontissimo BancoPosta, il Quinto BancoPosta, analizzandone le caratteristiche principali.

Le proposte di prestiti personali sono tantissime in Italia, tra banche e finanziarie: ma sono comunque molti i clienti che si rivolgono a Poste Italiane ed ai suoi finanziamenti BancoPosta, vuoi per la comodità di gestire tutto presso il proprio ufficio postale oppure on line, vuoi per le spese accessorie davvero contenute, vuoi anche per la mancanza di informazioni in merito ad altre proposte meno note; ma tant’è: vediamo quindi cosa offre l’ istituto a chi necessita di un prestito per credito al consumo.

Prestito Bancoposta
Il classico prestito personale, domandabile per una cifra compresa tra 1500€ e 30.000€ con rimborsi tra uno e sette anni: la somma si ottiene su di un Conto BancoPosta e la rata del rimborso, mensile, viene addebitata su di esso; nessuna spesa per istruttoria, incasso rata, comunicazioni, polizza sul rimborso che costa il 2% se il la durata del prestito è fino a 60 mesi, il 3,65% se superiore.
-MyPostePay (nuova PostePay): costi, ricarica, opinioni    -Linea mutui BancoPosta, descrizione
Prontissimo BancoPosta
Questo è classificabile come piccolo prestito veloce: piccolo perché eroga fino a 10.000€ massimo, minimo 1750€ (non c’è obbligo di avere un conto corrente né in Posta né altrove), veloce perché l’ erogazione avviene in tempo strettissimi anche con bonifico domiciliato presso un ufficio postale; rimborso tra 24 e 72 mesi, anche con bollettini postali; qui potete leggere una recensione del prestito Prontissimo.

Quinto BancoPosta
La classica formula della “cessione del quinto di stipendio o pensione”, domandabile da dipendenti pubblici o da pensionati INPS / INPDAP: la rata viene prelevata direttamente dallo stipendio o dalla pensione per un massimo del 20% di tale rendita (l’ importo massimo domandabile dipende quindi dall’ entità dello stipendio o della pensione, ma anche dall’ età del pensionato).AGGIORNAMENTO LUGLIO 2013: Quinto BancoPosta Poste Italiane, cessione del quinto per pensionati e dipendenti pubblici.

Segnaliamo anche la novità proposta da Poste Italiane, ovvero SpecialcashPostePay: prestiti che vengono erogati direttamente sulla carta prepagata PostePay.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni