Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Mini patrimoniale su investimenti quali conti deposito, buoni fruttiferi postali, deposito titoli: i numeri della tassazione

sabato 22 dicembre 2012 Aggiornato il:

La mini-patrimoniale è la nuova tassa che si dovrà pagare sui conti deposito, sui buoni fruttiferi postali, sulle polizze di investimento, sui depositi titoli e su vari altri investimenti che si fanno in banca o altrove: l’ Agenzia delle Entrate ha emanato al circolare coi vari dettagli.

AGGIORNAMENTO 2014: La Legge di Stabilità 2014 ha cambiato alcune cose [per conti correnti e libretti postali nulla, mentre per conti deposito e investimenti vari sì] --> Imposta di bollo 2014

Si tratta di una nuova tassazione molto discussa e che già sta causando malumore: vediamo quindi in dettaglio di cosa si tratta, secondo ciò che ha diffuso l’ Agenzia delle Entrate; nello stesso documento viene anche discussa la tassa che va a colpire altri prodotti bancari e postali, ovvero la nuova imposta di bollo su conti correnti e libretti postali.

La mini-patrimoniale si applica su investimenti finanziari quali le polizze unit linked, i conti deposito, i deposito titoli, i buoni fruttiferi postali se hanno un rimborso oltre i 5000€, bond, sicav: per il 2012 è pari all’ uno per mille (sì, la legge ha fatto sì che tale tassazione sia retroattiva), mentre per il 2013 sarà dell’ 1,5 per mille.

Il minimo però da pagare per la mini-patrimoniale è di 34,2€: dunque è una tassa regressiva, visto che se si ha un deposito o un investimento da 1000€, l’ uno per mille sarebbe 1€, l’ 1,5 per mille sarebbe 1,5€; solo per il 2012 e solo per le persone fisiche, si ha un tetto massimo di 1200€.

Guida completa ai buoni fruttiferi postali    Conti correnti esteri, o conti deposito o libretti di risparmio: quale regime d' imposta di bollo    La sicurezza dei conti deposito  Fallimenti banca e conti: quali tutele  Norme antiriciclaggio, anagrafe conti e liquidità sospette    Banche che pagano la mini patrimoniale sui conti deposito al posto dei clienti    Migliori conti deposito, aggiornamenti

Come per la nuova imposta di bollo su conti correnti e libretti postali, anche la mini-patrimoniale si calcola sul totale di tutti i rapporti che un soggetto ha con un’ istituto: al minimo quindi, se avete tre certificati di deposito titoli da 5000€ l’ uno presso una banca, pagherete un totale di 34,2€ (visto che l’ uno per mille per il 2012, o l’ 1,5 per mille dal 2013, di 15.000€ è inferiore a 34,2€, si paga comunque tale cifra perché appunto il minimo per la mini-patrimoniale); attenzione: chiudendo il deposito per esempio a metà strada, allora pagherete metà della mini-patrimoniale dovuta (se invece il deposito è vuoto, non si paga nulla). Per i conti deposito: dato che tale imposta è su base annuale, occorre calcolare in base alla durata del vincolo di deposito, visto che può essere superiore o inferiore a 12 mesi.
Se avete nel vostro portafoglio delle azioni di società fallite, pagherete lo stesso la mini-patrimoniale: in assenza di valore nominale (di rimborso o di mercato), secondo le istruzioni emanate dall’ Agenzia delle Entrate può far fede il valore di costo, cioè il prezzo pagato per acquistare quei titoli.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni