Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Ritenuta d'acconto sugli interessi dei depositi bancari: oggi 15 ottobre scadenza per il pagamento

lunedì 15 ottobre 2012 Aggiornato il:

Tra le tasse che il Decreto Salva Italia ha introdotto a partire da quest’anno, vi è la ritenuta sugli interessi dei  depositi bancari, quindi anche sui conti correnti e i conti deposito: la scadenza è per oggi 15 ottobre ma in pochi sono informati su tale novità fiscale.

Oggi 15 ottobre è il giorno di scadenza per il pagamento della seconda rata di acconto per una nuova imposta che il governo Monti ha introdotto nelle prime settimane del suo mandato, tramite il famoso Decreto Salva Italia: si tratta di una ritenuta sugli interessi, i rendimenti, i premi maturati con i depositi bancari a risparmio, che si tratti di conti correnti o di conti deposito.

In sostanza sono tenuti a pagare tale imposta, tramite il modello telematico F24, tutte le imprese e gli istituti di credito (banche, finanziarie) che hanno un esercizio finanziario coincidente con l’anno solare.

Come si capisce quindi è una tassa che viene pagata dalla banca per ogni conto corrente o conto deposito aperto dai propri clienti [questo perché, come dice il Codice Civile all’ art 1834, la banca diventa proprietaria delle somme di denaro che vengono depositate presso le sue filiali, ovviamente col vincolo di restituzione (alla scadenza del periodo di vincolo in caso di conto deposito, ad esempio) oppure su richiesta del cliente (per i conti correnti), dietro il pagamento di un tasso di interesse prefissato]: chiaro è che si tratta di un costo che verrà riversato almeno in parte sui correntisti.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni