Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Inflazione in salita anche ad agosto: dettagli sugli aumenti dei prezzi

venerdì 31 agosto 2012 Aggiornato il:

L’ Istat ha diffuso i dati provvisori relativi all’ inflazione per il mese di agosto: il Nic, l’ indice dei prezzi al consumo, è cresciuto dello 0,4% rispetto a luglio ed è salito del 3,2% su base annua.

L’ inflazione in Italia già a luglio aveva fatto segnare un aumento dello 0,1% e del 3,1% rispetto al 2011: nonostante la crescita economica sia nulla, i prezzi dei beni di consumo continuano a salire, seppur non a livelli tragici in numeri assoluti, ma di certo gli aumenti si fanno sentire sui portafogli delle famiglie italiane.

Più nel dettaglio: -la mediana delle stime raccolte fra gli analisti indicava un aumento dello 0,3% su mese e del 3,1% su anno  -l’inflazione acquisita per il 2012 sale al 3,0%  -l’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, scende al 2,1%  -al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice scende al 2,2% dal 2,3% di luglio.

Ovviamente, come ben sanno gli italiani (o per lo meno possono intuire) il peso maggiore per questi aumenti deriva dalla crescita dei prezzi dei carburanti e dei beni energetici in generale: l’ aumento congiunturale è del 3,3%, che si porta dietro anche un +3,1% di aumenti nel settore trasporti.

Vediamo un dettaglio degli aumenti per ogni bene che compone l’ indice Nic (informiamo anche che i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori aumentano su base mensile dello 0,4% e il tasso di crescita su base annua sale al 4,3%  con +4,0% a luglio):
                                     su mese  su anno      
Alimentari e bevande non alc.        -0,1      2,5     
Bevande alcoliche, tabacco            0,1      6,3     
Abbigliamento, calzature             -0,2      2,8     
Abitaz.,acqua,elettr.,combust.        0,2      7,1     
Mobili, articoli e domestici          0,0      2,1     
Servizi sanitari                      0,0      0,2     
Trasporti                             2,7      6,2     
Comunicazioni                         0,4     -0,8     
Ricreazione,spettacoli,cultura        0,3      0,7     
Istruzione                            0,0      2,0     
Alberghi,ristoranti, bar              0,0      2,3     
Altri beni e servizi                  0,0      2,4 
      

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni